Parliamo di immagini

Quando si incominciò a parlare di “società dell’immagine” eravamo solo all’inizio. Da lì in poi, è stata letteralmente un’invasione di immagini. Chi ha rovesciato la cornucopia? La pubblicità, la moda, lo sport, lo spettacolo, la televisione?

Oggi anche queste voci passano in secondo piano. C’è internet, ci sono le gallery multimediali, i social, le chat… dove è più facile condividere un’immagine che una spiegazione, dove anche una citazione di Socrate può diventare immagine virale!

 

Siti internet: conoscere e vedere

 

Non si sottraggono a questa “legge dell’immagine” nemmeno i siti. È infatti più comune dire: “vado a vedere il sito” che “vado a leggere il sito”. Lo sappiamo tutti: per conoscere una realtà aziendale, avremo anche il tempo di leggere i vari chi siamo, cosa facciamo… purtroppo però leggiamo poco e preferiamo guardare.

Guardiamo se c’è il prodotto o il servizio del nostro settore, se hanno i macchinari per compiere certe lavorazioni… e così concludiamo che visto e piaciuto, possiamo contattarli.

 

Il ruolo decisivo delle immagini

 

Per raccontare un processo produttivo, per immortalare una sede industriale, per ritrarre i professionisti di uno studio, un buon servizio fotografico garantisce quell’esclusività che le immagini di stock da bank image, nonostante in questi ultimi anni i prezzi siano stati nettamente abbattuti, non possono dare.

Anche negli still life di prodotto, avere stessa luce, stesso punto di vista, stesso sfondo è l’unico modo per dare alle pagine di un sito, un’uniformità compositiva sinonimo di ordine ed affidabilità.

 

Le immagini che fanno la differenza

 

Negli ultimi mesi, in corso di lavorazione siti web, abbiamo fornito ai nostri clienti molti “servizi fotografici dedicati”, sul posto per le lavorazioni mentre per gli still life di prodotto in studio da noi.

 

 

E, bisogna dirlo, il segreto di un buon servizio fotografico sta veramente nel confronto/dialogo diretto col cliente che nell’arco di una mezza giornata ci accompagna all’interno dell’azienda.

È lui che ci guida a scoprire, e quindi a fotografare, i dettagli importanti della produzione: alla nostra esperienza e sensibilità, il compito di trovare il taglio compositivo o il tempo di esposizione giusto per cogliere al meglio quel particolare che farà la differenza.