Dovunque tu sia, puoi raggiungere ComLab

Come raggiungere ComLab da….Marte!

Sei interessato ai servizi di Comlab e vuoi conoscerci di persona? Anche se vivi su Marte non ti preoccupare: il viaggio fino all’agenzia non è particolarmente lungo e ti indichiamo noi la strada!

Sali a bordo dell’astronave e con il teletrasporto marziano raggiungi la vetta dell’Olympus Mons, punto di partenza del tuo viaggio. Imposta la velocità di 340 798 557 m/s: se non trovi traffico dovresti arrivare in poco più di 3 ore e mezza.

La terra e Marte

Non appena sei uscito dall’atmosfera di Marte gira a sinistra (se vai a destra arriveresti su Giove) e prosegui per circa 80 milioni di km. A un certo punto potresti incontrare uno o più dei 6 satelliti marziani dove sono installati degli astrovelox: diminuisci la velocità a max 290 798 557 m/s.

Prosegui in direzione sud-ovest fino a che non incontri il pianeta ET. Ti suggeriamo di fare rifornimento di combustibile perché incontrerai solo un altro distributore dopo circa 47 milioni di km, dove i prezzi sono alle stelle.

Esci dall’atmosfera di ET, vai dritto fino all’agglomerato stellare Chewbecca, superalo, continua fino al buco nero Dart Fener e svolta a sinistra. Dopo 35 milioni di km giungerai alla dogana interspaziale. Le guardie ti rivolgeranno la domanda:  “Cosa fa per vivere un astronauta licenziato dalla NASA?”  Tu rispondi: “Sbarca il lunario”.

Superata la dogana hai due possibilità: proseguire attraverso la nebulosa Spock, oppure avanzare per altri 10 milioni di km fino ai Campi Solari. Se attraversi la nebulosa hai una visibilità ridotta ma il tuo percorso è sicuro; se passi per i Campi risparmi circa mezz’ora di viaggio ma potresti cozzare contro qualche detrito spaziale. Qui infatti abitano i discendenti del cane Laika, segnalati di recente alle autorità per lo stato di degrado in cui vivono.

Una volta attraversata la nebulosa Spock o i Campi solari, prosegui dritto per 2 milioni di km e arriverai a Gavirate in via Rovera, direttamente davanti all’agenzia. Suona al n.40 e parcheggia l’astronave nel cortile: saremo lieti di accoglierti con un caffè fumante, una delle bevande più amate sulla Terra!

 

Testo di Valeria Galbiati